adozioni a distanza

Grazie a te avrà la vita che si merita.

Come funziona?

Adottando un cavallo a distanza ci aiuterai a contribuire alle spese per il suo mantenimento (mangime, pareggiatore, cure veterinarie). Diventerai così indispensabile per donargli un futuro migliore e potrà nascere così una storia d’amore a distanza. Potrai venire a trovarlo ogni volta che vuoi e sarà nostra premura tenerti aggiornato riguardo ad ogni suo piccolo progresso.

Mandaci una mail con scritto il nome del cavallo che vorresti adottare e decidi tu che somma destinargli; anche un piccolo gesto sarà per lui un aiuto prezioso.

Una volta fatta richiesta, riceverai un certificato di adozione.

Scegli il tuo cavallo:

Margherita

Proveniente dal sequestro di Melzo, anche lei era stata data in adozione ma, quando siamo andati a fare il primo controllo post-affido, ci siamo trovati davanti una scena raccapricciante.
Margherita aveva una forma di laminite acuta mai curata, peggiorata nei mesi, che la stava uccidendo.
L’abbiamo trovata sdraiata in box che non riusciva quasi più ad alzarsi e camminare. Portata via d’urgenza verso la clinica dove vi è rimasta in cura per un mese, ora sta recuperando il suo stato di salute seguendo terapie quotidiane.
Farla tornare perfetta sarà difficile perché i danni riportati ai suoi delicati piedi richiederanno tanto tempo e pazienza, ma la sua voglia di vivere ha superato ogni difficoltà.
Adesso vive felice a casa Progetto Islander con tanti nuovi amici


Zurlì

Zurlì viveva in una fatiscente scuderia in cui veniva tenuto 24 ore su 24 chiuso nel box. L’abbiamo trovato in uno stato cachettico e con palesi disturbi comportamentali.
Dopo poco tempo siamo riusciti a portare via il cavallo dalla scuderia nella quale viveva, iniziando subito un recupero fisico e mentale. Anche se inserito gradualmente all’interno di un grande paddock, spesso lo trovavamo a fare continui circoli su se stesso, come faceva quando era chiuso nel box della scuderia.
Non solo, è stato visto spesso galoppare sdraiato mentre dormiva. Questo perché i cavalli non dimenticano le cattiverie che subiscono dall’uomo. La sua salvezza è stata Fly, una cavalla a cui si è legato in modo morboso.
Lei gli ha insegnato a rinascere. Ora vive sereno e felice, è completamente cambiato a livello psicologico, anche se non riesce ancora a prendere peso.